Nella continuità del mio percorso sportivo e personale, voglio superare un nuovo limite. La data scelta per questo nuovo record è l’8 Settembre 2016. Nella zona di mare adiacente al molo di Santa Caterina di Nardò (LE), ad una profondità di 10 mt, mi immergo per andare oltre il record mondiale assoluto di permanenza subacquea con erogatori, attualmente stabilito in 51 ore e 26 minuti da un sub normodotato egiziano. Gli orari esatti di svolgimento della prova vengono valutati con lo staff medico di supporto considerando anche le esigenze logistiche del Comune di Nardò e le condizioni atmosferiche.
Entro in acqua la sera dell’8 Settembre e risalgo alle 23.30 dell’11 Settembre e sono il primo uomo al mondo a rimanere sott’acqua per 51 ore e 56 minuti a 10 metri. Per la difficoltà dell’impresa e per le implicazioni sportive e scientifiche, il record ha avuto risonanza nazionale ed internazionale, essendo anche apparso sulle principali reti televisive italiane.
All’evento hanno partecipato 70 sub e 10 assistenti non sub, uno psicologo, un medico iperbarico, 2 fisioterapisti sub, medici e paramedici del 118 dell’ ASL Lecce. L’organizzazione dell’evento è stata gestita dalla M&O solutions di Manduria (TA).
Durante il record sono state consumate 332 bombole e mi sono alimentato con cioccolata calda, proteine, carboidrati liquidi e integratori di sali minerali assunti tramite delle sacche, thè bollente, camomilla.